Cherubino - Tetarolinguaggi

Vai ai contenuti

Menu principale:

Cherubino


video

CHERUBINO
o una folle giornata
liberamente tratto da LE NOZZE DI FIGARO di Wolfgang Amadeus Mozart su libretto di Lorenzo Da Ponte

ideazione di Fabrizio Bartolucci e Sandro Fabiani

con Sandro Fabiani e Giulia Bellucci
con la partecipazione di
Ferruccio Finetti (basso-baritono)
e in video Olga Bartolucci

progetto scenico, video e regia di Fabrizio Bartolucci
consulenza musicale di Lorenzo Donati

realizzazioni scenografiche Rosaria Ricci
assistente montaggio video Stefano Salinbeni
coordinamento compagnia Marina Bragadin

produzione Teatro Stabile delle Marche - Progetto Ragazzi
in collaborazione con la Fondazione Teatro della Fortuna di Fano


Note di regia
'non so più cosa son cosa faccio'
Cherubino è un ragazzo, semplice e ingenuo, che scopre i suoi primi turbamenti sentimentali mentre nel palazzo del conte D'Almaviva, suo tutore, fervono i preparativi per le imminenti nozze di Figaro e Susanna, servitori del nobile e della sua consorte: la contessa Rosina. Il giovinetto si ritrova così nel bel mezzo di una 'folle' giornata: alla frenesia per la festa nuziale, si aggiungono le manovre del conte che, segretamente innamorato di Susanna, cerca in tutti i modi di impedire il matrimonio. Ma la controffensiva dell'astuto Figaro per smascherare il Conte da il via ad una girandola d'accadimenti che coinvolge tutti.
E Cherubino, col suo fare birichino, si ritrova protagonista di un succedersi senza fiato di inganni, travestimenti, fughe, equivoci e incidenti. Tutto alla fine andrà per il meglio, Figaro e Susanna avranno il matrimonio, Il Conte chiederà scusa a tutti e Cherubino farà i conti con questa 'folle' giornata .

'non più andrai farfallone amoroso'
Ognuno ricerca la felicità, anche Cherubino che con la grazia sbarazzina della sua gioventù si innamora di tutte....ma sopratutto dell'amore.

'voi che sapete che cosa è amore'
Col suo fare d'adolescente egli attraversa le vicende di un mondo d'adulti, fatto di finzioni e imbrogli, sospeso come un vero cherubino, che vola leggero su quella vivacissima commedia umana.

Si racconta che a quindici anni Mozart avesse una chioma biondissima e un corpo esile come quello di una fanciulla. Questa immagine ricorda il personaggio di Cherubino che nell'opera viene interpretato da una mezzo soprano. Una donna nei panni di un ragazzo, quasi a sottolinearne un'essenza eterea del personaggio che incarna nella sua figura sia l'universo femminile che quello maschile. E saranno proprio un ragazzo e una ragazza a interpretare il nostro Cherubino, (un cherubino doppio, che si sdoppia) e che come un angioletto, o un piccolo diavolo, dà vita alla folle giornata delle nozze di Figaro, muovendo personaggi, cantanti e musici in un continuo gioco di travestimenti e colpi di scena. In uno spazio 'sospeso e leggero' la vicenda scenica si muoverà come un palloncino che galleggia nell'aria sempre sul punto di volare via libero nel cielo o di scoppiare all'improvviso. Ed è Mozart a farlo volare con la sublime armonia della sua musica.

Lo spettacolo è la terza tappa del 'Progetto all'Opera', un percorso d'attraversamento del teatro musicale intrapreso diversi anni fa dalla nostra compagnia con 'Figaro, Figaro' dal Barbiere di Siviglia di Rossini, continuato con 'Pa-Pa-Papagheno' dal Faluto Magico di Mozart, che ora approda con 'Cherubino' a Le Nozze di Figaro.
E' una delle opere di Mozart più eseguite e unanimemente considerata un esempio, tra i più perfetti, di drammaturgia musicale. Tratta dalla commedia 'La folle journée, ou Le mariage de Figaro' di Pierre-Augustin Caron de Beaumarchais (la seconda della trilogia dedicata a Figaro, dopo 'Il barbiere' ) è un opera buffa, frizzante e godibilissima, che svela un mondo teatrale fondato sulla serenità, la gioia e una segreta malinconia.

teatro d'attore con musica e uso d'immagini video
età consigliata: dai 6 ai 14 anni


Note sull'opera Le nozze di Figaro
L'opera Le nozze di Figaro è la prima delle tre opere italiane scritte dal compositore salisburghese su libretto di Lorenzo da Ponte.
Musicato da Mozart all'età di ventinove anni, il testo dapontiano fu tratto dalla commedia dello scrittore francese Beaumarchais, 'La folle giornata'.
La trama è di fatto la continuazione di quella del Barbiere di Siviglia, più tardi portato alla fama dall'opera di Gioacchino Rossini. Fu Mozart stesso a portare una copia della commedia di Beaumarchais a da Ponte che la adattò a libretto in sei settimane. Da Ponte la tradusse in lingua italiana e rimosse gli elementi di satira politica dalla storia.
L'opera è articolata in quattro atti e ruota attorno alle rocambolesche vicende che si svolgono nel palazzo- castello del Conte d'Almaviva il giorno stabilito per le nozze di Fìgaro, servitore del potente signore spagnolo, con la bella Susanna, cameriera della Contessa. Quando il loro padrone vuole impedire queste nozze perché si è invaghito della ragazza, la controffensiva studiata dall'astuto Figaro non si fa attendere, ma prima di andare a buon fine..è destinata a passare attraverso vari rovesciamenti di fronte e incredibili complicazioni. Non mancano neppure le tipiche trovate del teatro comico: gli scambi di persona, i travestimenti e perfino l'agnizione che porta allo scioglimento finale. E a caratterizzare questo complesso universo drammaturgico concorrono tutti i personaggi, anche quelli in apparenza più marginali, come il paggio Cherubino. La vicenda si sussegue con un intreccio serrato e folle, che coinvolge donne e uomini nel corso di una giornata di passione travolgente, di drammaticità e di comicità esilarante e dove nel finale i "servi" si dimostrano più signori e intelligenti dei loro padroni.
Quando a Vienna nel 1796 'Le Nozze di Figaro' andarono in scena, ebbero un tale successo che il pubblico fece replicare quasi tutte le arie dell'opera. Per la sua bruciante attualità e per la perfezione del suo febbrile ritmo teatrale, l'opera finì per essere il più grande successo dell'intera carriera artistica di Mozart, e trovò immediata e duratura rispondenza nei teatri di tutta Europa. Da allora, l'opera non ha mai cessato d'essere ammirata e prodotta.

Indicazioni e suggerimenti per un percorso didattico

La trama dello spettacolo
Il nostro spettacolo nasce alla fine della folle gíornata delle Nozze di Figaro, quando Cherubino, il giovane paggio che vive nel Palazzo del Conte d'Almaviva, suo tutore, tira le fila della incredibile giornata appena trascorsa e delle vicende. Ilgiovane travolto e trasformato, suo malgrado, in protagonista si ritrova nella girandola degli strambi accadementi che hanno accompagnato il matrimonio di Figaro e Susanna.
Cherubino è un'adolescente in preda ai suoi primi turbamenti sentimentali. E semplice e ingenuo fa i conti anche con la confusione che accompagna la sua giovane età, che abbisogna di risposte ma trova solo domande. Che cos'è l'amore ? Si chiede e si richiede cercando di interpretare ciò che accade e di capire gli strani stati d'animo che lo fanno sentire ora di fuoco e ora di ghiaccio, quasi come se in lui ci fossero due Cherubino.
Così il racconto della giornata ci fa rivivere attraverso gli occhi del ragazzo, dal suo punto di vista le vicende, di Figaro e di Susanna, del Conte e della Contessa, e soprattutto la 'folle giornata' di Cherubino che come un vero angiloletto o un piccolo diavolo, sembra volare sulle vicende degli adulti alla scoperta di quella strana cosa che è l'amore.

La scena
Cherubino appare seduto al bordo de una grande cornice, da cui si affaccia come gli angioletti nel dipinto di Raffaello a guardare il mondo dei grandi.
Dentro la cornice prende forma il racconto delle vicende.
Tutto scenicamente prende vita come in un sogno. Dove' le cose e i personaggi rimbalzano leggeri come palloni, amplificati attraverso il racconto di Cherubino e rappresentati attraverso il suo sguardo.

La musica
I brani presenti nello spettacolo:
- Non so più cosa son cosa faccio
- Overture
- Cinque... dieci... venti...
- Cosa sento..
- Se vuol ballare signor contino..
- Non più andrai .. (farfallone amoroso)
- Porgi amore...
- Aprite, presto aprite, aprite per pietà
- L'ho perduta, me meschina..
- Questo giorno di tormenti, di capricci e di follia (finale)
- Voi che sapete che cosa è l'amore...

registrazioni musicali tratte dall'edizione realizzata dalla BBC Sinphony Orchestra diretta da Sir Colins Davis
Cherubino: Yvonne Milton/ Susanna: Mirella Freni/ Figaro: Wladimiro Ganzaroli/ Conte: Ingvar Wixell.- Ed. Philips, Trio-cd

Bibliografia
La folle giornata commedia in 5 atti e un prologo di P.A.C. de Beaumarcais
Le nozze di Figaro raccontate da G.Dapporto - Teatro alla Scala Ed. Archinto
Lettura delle nozze di Figaro di Massimo Mila - Piccola Biblioteca Enauidi
I piccoli Mozart di Italo Moscati -Lindau



Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu